0 2 minuti 3 settimane

“Entro in Azione dopo una lunga pausa di riflessione, la decisione di non candidarmi alle scorse amministrative a Città di Castello rispetta quanto detto più volte a questi microfoni, sono coerente, non volevo far parte di un centro sinistra diviso detto questo, a me la politica dei caminetti, delle decisione imposte dall’alto non piace, pertanto ho deciso di intraprendere un percorso diverso. Sono coordinatore di Azione per l’intero Altotevere, a breve, dopo le politiche del prossimo 25 settembre, comunicheremo i responsabili del partito per i comuni di Citerna Monte Santa Maria Tiberina e San Giustino, figure che abbiamo già individuato e che rispecchiano in tutto e per tutto i nostri valori. Sul territorio stiamo lavorando per creare un centro, che si faccia trovare pronto per le prossime comunali, che si terranno nella primavera del 2024. Alleanze? è prematuro parlarne, lavoriamo per un centro sinistra che sia punto di riferimento per famiglie ed imprese, ma siamo liberaldemocratici pertanto nessuna alleanza con chi fa del populismo, della demagogia, dei bonus a cascata e del reddito di cittadinanza un grimaldello su cui prendere voti. Altra questione, nessuna decisione imposta, per quanto riguarda la figura dei sindaci i rapporti, con gli eventuali alleati, dovranno essere paritetici. Si sceglie il migliore, aldilà della provenienza politica”.