02/12/2022

“Spiace doverlo ammettere, ma il centro destra deve fare mea culpa per non essere riuscito a trovare la sintesi su di un candidato comune, per le elezioni dello scorso ottobre 2021. Di fatto, dopo 12 mesi di governo a guida Secondi, la città è ferma al palo nessuna risposta su sicurezza, ambiente, imprese, partecipate pubbliche, solo qualche evento e nulla più. Serve altro e non credo che questa Giunta, questa maggioranza, siano in grado di dare risposte esaustive alle istanze della popolazione. Prendiamo ad esempio la sanità. Non bastano le continue rassicurazione di Coletto, più volte espresse in vari consessi, anche istituzionali, si continuano a diffondere informazioni sbagliate lontane dalla realtà, il motivo è semplice e va ricercato nella totale assenza di contenuti e proposte del centro sinistra, si alza il classico polverone, tipico del Partito Democratico, per coprire evidenti difficoltà interne. A dodici mesi di distanza dalle amministrative a Città di Castello è chiaro ed evidente a tutti, che l’errore fatto dalla coalizione di centro destra di andare divisi è aver consegnato la città a questa maggioranza, sia stato un danno le cui conseguenze saranno pagate dai nostri concittadini. Dobbiamo riflettere, trovare unità di intenti, perchè nei prossimi due anni ci sono importanti appuntamenti elettorali che riguardano l’Altotevere e l’Umbria e non possiamo più permetterci lotte interne che danneggiano sopratutto i nostri elettori”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *