0 2 minuti 1 mese

“Siamo soddisfatti, entusiasti, di quello che percepiamo nei nostri confronti in giro per la città per le frazioni. La gente ci segue, questo è fondamentale, ci fa capire che gli argomenti che stiamo proponendo sono quelli giusti. Campagna elettorale che fatica a decollare? troppo tempo passato sui social, poco tempo per parlare di contenuti, di problemi reali. Non lo nego, sono perplesso e profondamento deluso. Mi aspettavo altro. Siamo in piena emergenza pandemica, l’economia fatica a riprendersi, non ci fa onore non prenderne atto. Confrontiamoci su sanità, viabilità, opere pubbliche, infrastrutture, di quello che pensiamo sia più giusto per il borgo, come ad esempio la realizzazione di una sede distaccata dell’università degli studi di Arezzo, sarebbe il volano per far ripartire l’economia del centro storico, ma non solo. Abbiamo edifici dismessi, come l’ex magazzino tabacchi che è di proprietà dello Stato, lo so è difficile, ma proviamoci. Parliamo della necessità di guardare a Città di Castello, all’Altotevere umbro come interlocutore ideale con cui ricostruire una vera e propria ripartenza, di collegare la nostra rete viaria, con San Giustino, questi questi sono i temi, il resto non conta”

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *