Sab. Set 18th, 2021

Musei con ‘biglietto ridotto’, la convenzione tra Sansepolcro e Città di Castello

Musei con ‘biglietto ridotto’, la convenzione tra Sansepolcro e Città di

E’ stata presentata questa mattina la convenzione tra il Museo Civico di Sansepolcro e la Pinacoteca comunale di Città di Castello. Erano presenti i due assessori, Gabriele Marconcini e Vincenzo Tofanelli e i direttori, Maria Cristina Giambagli e Giuliana Zerbato. L’accordo punta a valorizzare due realtà che custodiscono un patrimonio artistico incalcolabile e ad agevolare gli accessi dei visitatori. La convenzione prevede infatti che chi visita uno dei due musei, abbia il biglietto ridotto per accedere all’altro. E’ una opportunità di cui si deve fruire entro 6 mesi dall’acquisto del primo biglietto. 

“Con questa convenzione vogliamo rafforzare il rapporto di collaborazione con Città di Castello – spiega l’assessore biturgense Gabriele Marconcini –  Il legame che abbiamo con il comune tifernate non è soltanto riconducibile alla vicinanza geografica, ma anche alla contiguità storica e culturale: nel corso del tempo sono sempre stati molti gli scambi e le contaminazioni reciproche che hanno contribuito a rendere particolarmente viva la produzione artistica dei due territori. Nel favorire un’integrazione dei flussi turistici, questo accordo potrà dunque giovare alla valorizzazione e alla promozione del patrimonio culturale e artistico delle due città”.

“Per noi questa prima attività concreta è molto importante – ha detto l’assessore alla Cultura di Città di Castello Vincenzo Tofanelli – perché finalmente mettiamo un punto fermo nell’integrazione della vallata a livello turistico, che riteniamo possa essere non solo naturale per i continui interscambi a tutti i livelli che viviamo quotidianamente tra il versante umbro e toscano, ma anche un valore aggiunto per le rispettive identità artistiche. Museo civico e Pinacoteca comunale documentano uno dei momenti più alti che questo territorio ha storicamente espresso a livello culturale, plasmandone l’architettura urbana e l’identità. Soprattutto in vista della Mostra di Raffaello, prevista a settembre, lavorare in un’ottica comune mi sembra un modo per innovare le politiche del turismo e provare a costruire un’immagine condivisa passo dopo passo, su progetti e passi concreti”.

Il Museo Civico di Sansepolcro conserva opere pittoriche di Piero della Francesca e di altri importanti artisti, insieme a terrecotte dei Della Robbia, affreschi e sinopie del XIV sec e a numerosi materiali lapidei medievali; la Pinacoteca Comunale di Città di Castello vanta al suo interno importanti esempi di pittura rinascimentale e manierista, tra cui alcuni tra i primissimi lavori di Raffaello Sanzio, Luca Signorelli, Raffaellino del Colle e Santi di Tito.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *